Una cittadina giovane e frizzante quella che ha generato la condizione favorevole alla nascita una nuova realtà associativa, il 9 marzo è stato sottoscritto l’atto costitutivo dell’Associazione Cuochi di Prato.

Nata sotto i migliori auspici e con la volontà di entrare a far parte della FIC, Federazione Italiana Cuochi, i Cuochi di Prato si uniscono alle 11 associazioni già presenti in Toscana facendola diventare così una delle Regioni a più densa presenza associativa FIC sul territorio nazionale.

Il forte lavoro fatto dall’Unione Regionale dei Cuochi Toscani, grazie anche alla perseveranza del Presidente Regionale Roberto Lodovichi ed alla volontà di rendere nuovamente vivo e partecipativo un territorio così ricco di possibilità ed eccellenze ha permesso nell’arco di un solo anno di arrivare alla realizzazione di questo desiderata.

L’Associazione nasce per valorizzare la professione dello Chef, creare una rete fra i professionisti e gli aspiranti-cuochi, realizzare iniziative che possano mettere in luce queste figure e la loro cucina, sia all’interno che all’esterno del territorio provinciale. Cuochi professionisti e studenti insieme per valorizzare e diffondere la cucina locale in un’ottica di crescita professionale e collaborazione” dichiara con una certa emozione il Presidente dei Cuochi di Prato Claudio Vicenzo, chef di “Delizia Ricevimenti”.

A dar vita all’Associazione di Prato assieme al Presidente Vicenzo il neo-eletto consiglio direttivo, composto da: Mirko Caporaso, chef de “Le Bocche Medicee”, Vicepresidente, Tommaso Gei, chef e patron del ristorante “Il Capriolo”, Tesoriere, Elisa Masoni, chef di “La Quercia di Castelletti”, Segretario, Marco Caciagli, chef di “Eventi e Cucina” ed Andrea Cofano, chef di “To Wine”.

Da qui parte il lavoro del nuovo gruppo che risponde all’esigenza di raccogliere i cuochi professionisti nonché gli studenti di cucina delle Scuole Alberghiere con l’intento di rafforzare la categoria, affrontare insieme i problemi del settore e contribuire alla diffusione della conoscenza della cucina pratese.

A fianco della neo nata associazione FIPE – Confcommercio Prato, la struttura di Confcommercio che rappresenta sul territorio Provinciale pratese più di 200 tra ristoranti, pubblici esercizi e attività di somministrazione, appoggia convintamente la rinascita dell’Associazione Cuochi Prato e sostiene questo progetto sul territorio, sposandone il principio di valorizzare e diffondere sempre di più l’ambito del food e la professionalità degli Chef.

Il prossimo 20 Marzo si svolgerà il primo evento dell’Associazione Cuochi Prato negli spazi dell’Istituto Alberghiero Datini di Prato: si tratta di un corso di alta specializzazione sul Banqueting tenuto dallo Chef Andrea Di Felice, Presidente dei Cuochi Abruzzesi e professionista molto competente nel settore facente parte della qualificatissima categoria di formatori della FIC. Il corso si rivolge ai soci FIC per i quali è gratuito. Tutte le info anche sulla nuova pagina Facebook dell’Associazione.

L’avventura degli chef pratesi inizia dalla formazione e l’auspicio è quello che anche questa laboriosa zona della Toscana possa tornare ad assumere un ruolo di spicco nell’ambito eno-gastronomico diventando un riferimento importante nel settore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here