Enogastronomia, sport ed imprenditoria si sono unite venerdì 6 aprile all’Arezzo Equestrian Centre.

L’evento, alla sua seconda edizione, nasce da un’idea dell’Associazione Amici della Chianina, da sempre impegnata nella promozione della razza chianina nella sua zona d’origine, e vede il coinvolgimento del Comune di Arezzo che patrocina l’evento, dall’Unione Regionale dei Cuochi Toscani attraverso l’Associazione Cuochi di Arezzo e Siena, dall’Associazione Macellai Aretini e di AIS Arezzo.

Durante la serata, che ha avuto luogo nella suggestiva cornice dell’Arezzo Equestrian Centre, centro ippico di fama internazionale, molti sono stati i personaggi noti che hanno voluto presenziare a questo evento esclusivo a partire dalla Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che ha dichiarato “Portare a valore la ricchezza della nostra terra anche con le eccellenze delle vallate, contribuisce a fare grande il nome di Arezzo a livello toscano e oltre i confini locali e regionali. La città, quindi, ospita con grande gioia questo appuntamento dedicato alla chianina” con lui l’Assessore Gian Francesco Gamurrini, la Vice Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Lucia De Robertis, l’Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli oltre ai Sindaci di alcuni comuni interessati dalla Valle del Gigante Bianco, territorio a cavallo tra le provincie di Siena ed Arezzo e molte altre personalità del panorama politico, culturale ed imprenditoriale della Valdichiana aretina e senese.

La cena, apertasi al tramonto con una magica atmosfera primaverile, è stata caratterizzata dall’aperitivo a base di prodotti toscani, di carne chianina fresca interpretata sul momento dai Macellai Aretini ed un corner curato dalle Lady Chef Toscane e si è poi spostata in sala per dar vita ad un convivio orchestrato con grande cura tra gli altri dalle Associazioni Cuochi di Arezzo e di Siena.

Il cuore di ogni piatto, ovviamente, è stata la vera carne di chianina Igp del vitellone bianco dell’Appenino centrale.

I cuochi aretini, guidati dal Presidente Gianluca Drago, hanno presentato un primo piatto con pasta fresca e sugo bianco di Chianina che ha entusiasmato i numerosi presenti tra cui molti stranieri che hanno ritrovato in questo piatto il gusto rotondo e pieno della tradizione toscana.

I colleghi di Siena, sotto la supervisione del Presidente dei Cuochi senesi Giuseppe Ferraro, hanno proposto un loro apprezzassimo cavallo di battaglia, il peposo che ha esaltato la carne chianina offrendo ai presenti la possibilità di godere di un piatto ricco nel gusto e nei profumi.

In abbinamento ai piatti presentati durante la cena i vini del territorio selezionati dalla delegazione di Arezzo dell’Associazione Italiana Sommelier e dalle Strade del Vino – Terre d’Arezzo.

Presente per portare il proprio saluto e sostenere l’operato delle due associazioni provinciali, unite per questo bell’evento di valorizzazione di una delle eccellenze toscane, il Presidente Regionale dei Cuochi Toscani Roberto Lodovichi.

Nel cuore della cena Alex Revelli ha condotto le premiazioni investendo i vincitori del prestigioso premio “La Chianina d’Oro”, tra di loro personalità di spicco nei settori dell’imprenditoria, della cultura, dello sport e della cucina. Quest’ultimo premio, è stato riconosciuto alla Chef stellata Silvia Baracchi patron del Relais Il Falconiere di Cortona (AR) da sempre molto vicina all’Unione Regionale dei Cuochi Toscani e paladina della cucina toscana nel mondo. Una serata di alto livello e di notevole apprezzamento che non ha mancato di diffondere la propria eco anche nel mondo dell’ippica che ha fatto da cornice all’evento in quanto la cena si è inserito nel contesto di gare internazionali che richiamano in Toscana persone legate all’equitazione provenienti da tutto il mondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here